FUTUREWORLD

Mercoledì 7 giugno alle 19 e giovedì 8 giugno alle 19

Indice L**K

FN MOSTRA IL FUTURO- FUTUREWORLD – MATERIALI PER UNA MOSTRA/2
Prima che fosse il presente, il futuro era di carta.
California, underground, beat, controcultura, hippy, 27 libri da una collezione unica
a cura di Federico Novaro e Pietro Grandi
Inaugurazione mercoledì 7 giugno alle 19 a Spazio b**k
Incontro a più voci giovedì 8 giugno alle 19

Immagine tratta dalla copertina di Whole Earth Catalog : March 1970 : The World Game

Futureworld / Materiali per una mostra 2 è la seconda tappa della mostra che FN, il sito di critica editoriale e letteraria di Federico Novaro, ha autoprodotto insieme a Pietro Grandi a novembre del 2016.

A Spazio b**k Futureworld mette in mostra 27 libri tra fanzine, opuscoli e pubblicazioni autoprodotti della controcultura californiana degli anni Sessanta e Settanta, selezionati dal ben più vasto archivio di Pietro Grandi, videomaker e grafico appassionato della storia del cinema d’animazione e della Silicon Valley.

Prima di diventare una mostra, Futureworld è nata come una sezione del sito FN, aperta a cura di Pietro Grandi l’anno scorso, che settimanalmente mette in rete in post monografici fotografie e informazioni su come si immaginasse e creasse il futuro, prima che diventasse presente.
Intento di FN è stato, da subito, quello di costruire archivi; dei fondachi di materiali che trasportassero in rete quel che la rete fa sparire: la carta. C’è una separazione radicale e mal segnata fra il cartaceo e il virtuale. In rete se si cerca la carta non la si trova, si trovano le parole che la carta portava su di sè, ma niente che ci dica dove fossero quelle parole, che aspetto avesse l’oggetto che le conteneva. Chi volesse studiare ora editoria in rete trova ben poco, se non parole, che non bastano.

Con Futureworld / Materiali per una mostra 2, Spazio b**k segue i passi di FN e raccoglie il testimone per continuare il suo andirivieni dentro e fuori la rete.

California, globalizzazione, nuova rappresentazione, controcultura, nuovi strumenti, cibernetica, informazione tecnologica, multimedialità, pixel colorati, videotape, computer grafica, world wide web, internet, sono alcune delle parole chiave della nostra storia. Questo elenco interpreta l’attuale presente: una commistione di natura, tradizione, innovazione e libertà espressiva, creando una nuova utopia culturale. Futureworld ci mostrerà tutto questo.
Un percorso visivo delle più importanti pubblicazioni dalla controcultura alla cibercultura, insieme di potere psichedelico degli hippie di San Francisco e dell’emergente polo tecnologico immaginato dai nerd della Silicon Valley. Grazie alla loro visione, i nuovi mezzi tecnologici come la televisione, il videotape, il computer diventano strumenti per la liberazione personale, realizzando immaginari di comunità alternative e nuove arti come la video art e la computer art che esplorano nuove frontiere della società per allargare le porte della percezione culturale nel progresso collettivo del flower power unito alle macchine cibernetiche.

Insieme alla mostra la libreria organizza giovedì 8 maggio alle 19 un incontro a più voci
Che cos’è rimasto e come si è trasformato lo spirito visionario di quegli anni? Quali domande rimangono ancora aperte?
Ne parleremo con figure diverse legate ai libri, tra albi illustrati, scuola, fumetto, arte, cinema, scienza e fantascienza.

 

Un progetto a cura di Pietro Grandi e Federico Novaro
Mostra
Editing testi di Andrea Vendetti
Schedario di Pietro Grandi e Fabio De Martini
Catalogo
Introduzione di Gianluca Didino
Grafica di Christel Martinod

FUTUREWORLD

07 giu alle 19

Mostra e incontro

Indice L**K