IL MUSEO COME COLLEZIONE DI IMMAGINI

21-24 settembre 2017


iscriviti
Indice C**K

IL MUSEO COME COLLEZIONE DI IMMAGINI
OSSESSIONI, INTERPRETAZIONI, ESPOSIZIONI
Dal 21 al 24 settembre 2017, a Milano

Ogni museo rappresenta un tentativo di andare dalla confusione a un ordine, seppure provvisorio. Dal caos al cosmo.
Lo fa per prove ed errori. Si adatta al proprio tempo, asseconda le rotte della curatela, la tirannia della conservazione e, a volte, i tic di chi ha la responsabilità di interpretare il senso degli oggetti.
Poiché ogni collezione nasce da un atto di amore (o di ossessione, a volte), e ne porta i segni. Ma poi la storia cuce i significati, li stratifica, li mette in prospettiva.
Come tradurre la complessità di questo scarto?
Come i migliori musei riescono a rendere poetico un inventario?
Con che parole, attraverso quali possibili modelli tradurre questa  complessità per i visitatori?
Il corso unisce un gruppo di lavoro multidisciplinare con cui esplorare il tema del museo comecollezione di immagini.
Con Maria Chiara Ciaccheri e Anna Cimoli costruiremo un’intelaiatura teorica e approfondiremo alcuni casi di studio internazionali.
Con Maurizio Minoggio indagheremo i diversi modi in cui può essere progettata l’identità visiva delle case museo, raccolte di opere indissolubilmente legate all’identità dei collezionisti.
Con Chiara Fabi, Eleonora Moro e òbelo (Claude Marzotto e Maia Sambonet) monteremo e smonteremo sguardi e pensieri intorno a Casa-Museo Boschi Di Stefano, una casa museo dall’atmosfera intima e densa, che accoglierà i corsisti come fossero ospiti invitati a fare due chiacchiere con i padroni di casa.
Con Marta Sironi e Cristina Baldacci approfondiremo il caso degli archivi come collezioni di immagini, sia come oggetto di studio che come luogo di ricerca e produzione da parte degli artisti contemporanei.
Nell’ambito delle giornate di formazione si progetterà collettivamente (a gruppi o tutti insieme) un sample di comunicazione visiva per Casa-Museo Boschi Di Stefano, in forma di prototipo delle didascalie e dei testi di sala. Questi prototipi verranno poi presentati in museo e testati dai visitatori, a cura del Comune di Milano.

COSTO E ISCRIZIONI
Il prezzo del corso è 350 euro (compresa iva) x 28 ore x 10 docenti
Iscrizioni on line con carta di credito o pay pal in fondo alla pagina! ENTRO IL 9 SETTEMBRE
Oppure contattare la libreria: info@spaziobk.com / 02 8706 3126
Il corso parte con un minimo di 14 persone ed è al completo con 20.
Si rilascia attestato ai richiedenti, è prevista fatturazione elettronica per le istituzioni.

A CHI È RIVOLTO
Professionisti museali, galleristi, educatori, designer, fotografi, archivisti, ricercatori, studiosi e tutti coloro che vogliono approfondire il tema del rapporto tra immagini e parole nell’ambito dell’educazione all’arte.

OBIETTIVI
– Affrontare il tema della “collezione di immagini” da punti di vista molteplici, fuori dalle logiche
disciplinari.
– Interrogarsi su come mediare ed esporre una collezione di opere/immagini.
– Riflettere collettivamente su casi di studio nazionali e internazionali.
– Creare un prototipo di mediazione di una collezione realmente esistente (quella di Casa-Museo
Boschi Di Stefano).
– Dinamizzare il concetto di archivio espandendone le possibilità espressive.

QUANDO PRECISAMENTE
Dal 21 al 24 settembre 2017:
giovedì 21 settembre dalle 17.30 alle 20
venerdì 22 dalle 9.30 alle 19.30
sabato 23 dalle 9.30 alle 20.30
domenica 24 dalle 10 alle 17

DOVE
A Milano:
presso Spazio b**k, in via Porro Lambertenghi 20.
venerdì 22 il corso sarà ospitato nella sede della Casa-Museo Boschi Di Stefano, in via Giorgio Jan 15 e sabato 23 visita dello studio di Vincenzo Cabiati, in via Caviglia 3.

PROGRAMMA

Museo Casa Boschi Di Stefano

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE 2017
17.30-20 presso Spazio b**k
Accoglienza e presentazione del progetto Senza titolo.
– Anna Cimoli e Maria Chiara Ciaccheri
Perimetro (provvisorio). Collezioni in mostra: dal privato ai pubblici.
– Maurizio Minoggio
L’immagine delle immagini. L’identità visiva delle case museo: come una collezione di immagini costruisce la propria immagine.

VENERDÌ 22 SETTEMBRE 2017
9.30 ritrovo presso Casa-Museo Boschi Di Stefano
Consegna ai partecipanti di un quaderno di appunti/manuale personale a cura di òbelo, su cui
raccogliere informazioni e impressioni durante le visite a Casa-Museo Boschi Di Stefano.
9.30-13.30
Esercizi dello sguardo, della mente e del corpo al museo: tre visite a Casa-Museo Boschi Di Stefano.
1. Visita con Chiara Fabi, conservatore di Casa-Museo Boschi Di Stefano. La collezione in mostra: casa e museo, pieni e vuoti, detti e non-detti.
2. Visita con Eleonora Moro. Il corpo al museo. Esercizi di consapevolezza dell’opera.
13.30-14.30 Pausa pranzo
14.30-15.30
Claude Marzotto e Maia Sambonet / òbelo
Confronto sulle visite guidate, presentazione del brief “Museo, azione” e indicazioni sulla visita libera a Casa-Museo Boschi Di Stefano.
15.30-17.30
3. Visita libera (ma finalizzata) a Casa-Museo Boschi Di Stefano.
18.00-19.30
Cristina Baldacci
Riattivare il tempo. L’archiviazione come pratica artistica contemporanea: dall’atlante-museo allo schedario-database.

SABATO 23 SETTEMBRE 2017
9.30 ritrovo
Colazione e chiacchiere di inizio giornata.
10-13 presso Spazio b**k
Anna Cimoli e Maria Chiara Ciaccheri
Dalla collezione al museo (e le scelte che stanno in mezzo). Storie di fantasmi per adulti.
Attraverso una serie di casi di studio ragioneremo sullo scarto fra la forma della collezione (privata, intima, a volte una storia da raccontare sottovoce) e quella del museo (necessariamente aperto, comunicativo, comprensibile a tipi diversi di pubblico).
13-14 Pausa pranzo
14-15
Dalla collezione al museo (e le scelte che stanno in mezzo). Workshop.
15.30-17
Marta Sironi
Collezionare libri: immagini e parole oltre l’idea di biblioteca. Ovvero, come interpretare una
collezione di volumi.
18-19.30 Visita dello studio di Vincenzo Cabiati
Vincenzo Cabiati
Questioni di fotogrammi, interpretazioni, didascalie.
20.30 Cena di gruppo facoltativa (a carico dei partecipanti).

DOMENICA 24 SETTEMBRE 2017
10-13 presso Spazio b**k
Claude Marzotto e Maia Sambonet / òbelo – parte 1
“Museo, azione”: come innescare diversi percorsi narrativi all’interno della collezione attraverso
il montaggio.
A gruppi, i partecipanti elaboreranno diversi percorsi attraverso la collezione di Casa-Museo Boschi Di Stefano, progettandone la restituzione visiva e narrativa.
13-14 Pausa pranzo
14-15
Claude Marzotto e Maia Sambonet / òbelo – parte 2
Presentazione dei progetti e condivisione attraverso una piccola pubblicazione e una messa
in scena performativa.
15.30-17
Chiusura collettiva. Tirare le fila, spalancare la finestra. Che cosa abbiamo imparato, e come?

CHI SIAMO?
SENZA TITOLO
È un gruppo di ricerca e sperimentazione sul tema delle didascalie e delle possibili interpretazioni.
Ne fanno parte Anna Cimoli e Maria Chiara Ciaccheri per l’ambito museale, la libreria Spazio b**k e il grafico Maurizio Minoggio.
Il gruppo ha organizzato nel maggio del 2016 il corso “Senza titolo – Un corso sulle didascalie museali per conoscere gli approcci, le strategie, gli
impatti”. Dopo questa prima esperienza, il corso è diventato un progetto di formazione itinerante e ha aperto la strada allo sviluppo di altri progetti che indagano il tema della relazione tra parole e immagini al museo, con particolare attenzione alla relazione con il pubblico.
Accessibilità, interpretazione, comunicazione sono al centro del progetto che di volta in volta coinvolge professionisti provenienti da ambiti di ricerca diversi.

Progetto Senza titolo è:
Spazio b**k è una libreria con laboratorio, aperta a Milano nel quartiere Isola a dicembre del 2012.
La libreria è specializzata in libri illustrati per adulti e bambini (nuovi e usati, italiani e stranieri), seleziona proposte di narrativa e saggistica, organizza incontri e presentazioni legati al “guardare” e al “fare”. Il laboratorio propone workshop e corsi di formazione sull’educazione alla lettura, sul mondo del libro, sui linguaggi dell’immagine e sulle tecniche dell’artigianato.

Maria Chiara Ciaccheri è consulente, formatrice e facilitatrice per diversi musei, istituzioni e associazioni italiani con particolare interesse rivolto al coinvolgimento di pubblici adulti e con disabilità. Ricercatrice indipendente, si occupa di accessibilità cognitiva, progettazione partecipata
e di strategie per facilitare l’apprendimento al museo. Da anni collabora attivamente con ABCittà ed è fondatrice del blog Musei senza Barriere. Nel 2013 ha completato il Master in Learning and Visitor Studies in Museums and Galleries presso l’Università di Leicester (UK) e, l’anno successivo, ha vinto un bando per un visiting program negli Stati Uniti mappando quasi un centinaio di best practice per l’accessibilità dei musei.

Anna Cimoli
è una storica dell’arte specializzata in Museologia all’Ecole du Louvre di Parigi. È dottore di ricerca in Storia dell’Architettura (Politecnico di Torino). Ha insegnato come docente a contratto presso l’Università Cattolica e l’Università Statale di Milano. È stata assistente alla
curatela presso la Fondazione Arnaldo Pomodoro e ricercatrice nell’ambito del progetto europeo MeLa*-European Museums in an age of migrations (Politecnico di Milano), occupandosi in particolare della relazione fra musei e diversità culturale.
Ha pubblicato Musei effimeri. Allestimenti di mostre in Italia 1949-1963 (il Saggiatore), oltre a numerosi articoli di museologia su riviste nazionali e internazionali. Socia di ABCittà-Officina del futuro si occupa, dal 2001, di musei e diversità culturale, collaborando fra l’altro con il Museo del Novecento e il MuDEC di Milano. Cura, con Maria Vlachou, il blog museumsandmigration.wordpress.com.

Maurizio Minoggio è designer della comunicazione. Redattore grafico della rivista di comunicazione visiva Lineagrafica dal 1985 al 1995 e della rivista di architettura e design Area dal 1990 al 1995. Dal 1990 al 2000 lavora a Unimark International. In seguito, per due anni, a Area
Strategic Design. Dal 2003 presso Robilant Associati. Si occupa in modo particolare della progettazione di sistemi di identità. Ha insegnato al Corso di laurea in Design della comunicazione presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano e al Corso di Graphic design presso l’Istituto
Europeo di Design di Milano.

I DOCENTI DEL CORSO SONO ANCHE:
Cristina Baldacci è storica e critica dell’arte contemporanea. Dopo il dottorato e due anni di ricerca all’Università IUAV di Venezia, è ora fellow all’ici Berlin Institute for Cultural Inquiry. I suoi interessi riguardano soprattutto l’archivio e l’atlante come forme di conoscenza visiva, le strategie del montaggio, la scultura contemporanea, le relazioni tra arte, immagini e nuovi media. All’attività accademica affianca la collaborazione a riviste d’arte e la curatela di mostre. Con Johan & Levi ha pubblicato nel 2016 Archivi impossibili. Un’ossessione dell’arte contemporanea.

Vincenzo Cabiati si è formato nello studio del padre Achille, un pittore che dagli anni quaranta ha aderito al realismo, alla fine degli anni Ottanta si trasferisce dalla Liguria a Milano dove frequenta il gruppo autogestito di artisti di Via Lazzaro Palazzi. Attingendo a un immenso repertorio
iconografico fatto di arte (Chardin, Courbet, Lorrain, Man Ray), cinema (Kubrick, Greenaway, Truffaut) e architettura (Ledoux), Cabiati preleva frammenti significativi, astraendoli dal contesto originario e attribuendo loro un rinnovato valore poetico e affettivo. Utilizza una grande varietà di linguaggi: pittura, acquerello, disegno, scultura, fotografia, installazione, video. Negli ultimi anni la ceramica policroma rappresenta il mezzo privilegiato. La sua ossessione per la sequenza e l’inquadratura fanno del cinema un’inesauribile fonte di immagini.

Eleonora Moro è regista, attrice ed autrice teatrale. Approfondisce da anni un percorso di ricerca sulla consapevolezza del potenziale legato alla comunicazione efficace ed integrata: crea e conduce percorsi originali di pedagogia e formazione sulla “presenza scenica”, collaborando,
tra gli altri, con Orchestra Filarmonica della Scala, Asl Torino,Teatro Stabile di Torino e OperaLombardia. Dal 2010 è docente presso Fondazione Milano.

òbelo sono Claude Marzotto, designer, e Maia Sambonet, artista visiva. Insieme dal 2012 lavorano nel campo della comunicazione visiva. La loro attività intreccia la progettazione con l’insegnamento e la ricerca, con una particolare attenzione all’elaborazione artigianale delle
immagini e ai linguaggi del montaggio, sulla pagina e nello spazio. Claude insegna al cfp Bauer, alla Scuola Politecnica di Design e alla NABA.

Marta Sironi è storica dell’arte. Dopo la decennale collaborazione al Centro Apice (Archivi della parola, dell’immagine e della comunicazione editoriale) dell’Università Statale di Milano, attualmente svolge un dottorato di ricerca all’Università di Parma. Principali temi d’interesse
sono la storia dell’illustrazione e della grafica italiana tra XIX e XX secolo. Tra le sue pubblicazioni: Giovanni Pintori (Moleskine 2015), Il tuo nome è Eric. Lettere di Aldo Carpi a Fede Mylius (Nutrimenti, 2015), John Alcorn. Evolution by Design (Moleskine, 2013); Ridere dell’arte (Mimesis, 2012).

Grazie a Johan & Levi editore per il sostegno!

IL MUSEO COME COLLEZIONE DI IMMAGINI

21 set al 24 settembre

Iscriviti online!

Compila questo modulo per poter accedere al pagamento tramite PayPal.
* campi obbligatori - una copia di questo modulo verrà inviata al tuo indirizzo email come promemoria.

ATTENZIONE:
1) Le iscrizioni verranno accettate in ordine di arrivo fino a esaurimento posti.
2) In caso di mancato raggiungimento del numero minimo previsto, la libreria si riserva di annullare il corso. Verrà data immediata comunicazione agli iscritti e verrà restituita la quota versata.
In caso di annullamento del corso da parte della libreria per cause di forza maggiore, anche all'ultimo momento, è previsto il rimborso della sola quota di partecipazione.
3) È possibile disdire la partecipazione e chiedere il rimborso dell’importo versato fino a 14 giorni lavorativi prima dell’inizio del corso, dando comunicazione tramite telefono o mail alla quale la libreria dovrà dare conferma di avvenuta ricezione.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs 196 del 30 giugno 2003.

Indice C**K