Il tuo carrello è vuoto.

FARE UNO STORYBOARD

FARE UNO STORYBOARD

Troppo tardi! Per informazioni sulla prossima edizione scrivici a info@spaziobk.com

1) Le iscrizioni verranno accettate in ordine di arrivo fino a esaurimento posti.
2) In caso di mancato raggiungimento del numero minimo previsto, la libreria si riserva di annullare il corso. Verrà data immediata comunicazione agli iscritti e verrà restituita la quota versata.
In caso di annullamento del corso da parte della libreria per cause di forza maggiore, anche all’ultimo momento, è previsto il rimborso della sola quota di partecipazione.
3) È possibile disdire la partecipazione e chiedere il rimborso dell’importo versato fino a 14 giorni lavorativi prima dell’inizio del corso, dando comunicazione tramite telefono o mail alla quale la libreria dovrà dare conferma di avvenuta ricezione.

FARE UNO STORYBOARD - Troppo tardi! Per informazioni sulla prossima edizione scrivici a info@spaziobk.com

FARE UNO STORYBOARD - Troppo tardi! Per informazioni sulla prossima edizione scrivici a info@spaziobk.com

COMPLETO! – per lista di attesa e info scrivere a info@spaziobk.com

FARE UNO STORYBOARD
Progettare un album illustrato: disegno, suddivisione e ritmo
con Anna Castagnoli
Sabato 12 ottobre 2019 dalle 10 alle 18 a SpazioB**K
120 euro

A CHI E’ RIVOLTO
Il corso è rivolto a tutti coloro che intendano acquisire gli strumenti basilari per la progettazione più consapevole e solida di un albo illustrato: appassionati di libri per ragazzi; insegnanti, operatori della didattica e atelieristi che usano gli albi come strumento di lavoro con l’infanzia; autori di parole e di immagini, grafici, editori e illustratori. Può partecipare anche chi non sa disegnare: gli verranno forniti strumenti (stampini, collage, fotocopie) adatti allo scopo del corso.

DESCRIZIONE GENERALE E OBIETTIVI
Un album illustrato è un tipo di libro nel quale si è depositato un certo “modo” di raccontare le storie e di metterle in scena attraverso le immagini.
Per progettare questo tipo di libro c’è uno strumento privilegiato: lo storyboard.
Lo storyboard è una sequenza di appunti e bozzetti usata nel campo del cinema, del fumetto e del libro illustrato per progettare e organizzare la narrazione in modo che sia scorrevole, appassionante, con un arco narrativo ricco di suspense. Lo storyboard è l’anima del libro, la sua struttura segreta. Se questa struttura è solida, il lettore/spettatore avrà la sensazione di non fare nessuno sforzo, ma di essere continuamente sorpreso e emozionato dall’esperienza che sta fruendo. Se non è solida, il lettore farà fatica a seguire, si annoierà, o avrà la sensazione frustrante di non aver capito nulla della storia.

Per questa ragione strutturale, imparare a fare uno storyboard significa imparare a raccontare bene una storia illustrata.
Chiunque voglia realizzare un album, per scopi personali, per attività didattiche con bambini  o per intraprendere una carriera di autore o illustratore potrà, grazie a questo corso, immergersi durante una intera giornata nell’intelligenza narrativa dell’album e nei suoi codici.
Inoltre, un album ha delle limitazioni tecniche, date dal modo in cui i libri vengono stampati e poi rilegati. Queste limitazioni obbligano la creatività ad esprimersi dentro i binari di un formato, di un certo numero di pagine, di un equilibrato rapporto grafico tra parole e immagini. Lo storyboard è uno strumento agile e veloce che permette di non fare passi falsi al momento di realizzare il libro.
Gli scrittori interessati al corso potranno partecipare anche se non sanno illustrare, per capire come funziona l’album, quale è il loro ruolo di autori e dove devono fermarsi per lasciar spazio al lavoro dell’illustratore.

Bozzetti a scopo di studio di Anna Castagnoli, tratti da Die Menschenfresserin di Wolf Erlbruch

TEMI TRATTATI
Nella prima parte del corso, attraverso una serie di giochi creativi e lo studio di alcuni album che hanno fatto la storia dell’illustrazione, capiremo a fondo come immagini e parole funzionano insieme nell’album illustrato.
La relazione testo-immagine, infatti, implica scelte artistiche che vanno quasi sempre nella direzione della sottrazione, non dell’addizione: le immagini non diranno “tutto quello che dice il testo” e il testo, viceversa, rinuncerà a molte descrizioni per lasciare all’immagine il suo ruolo narrativo (perché anche le immagini sanno raccontare).
Durante il pomeriggio, attraverso la realizzazione di uno storyboard su un testo proposto dall’insegnante, approfondiremo questi temi:

– Quali tipi di testi sono adatti all’album illustrato e loro lunghezza massima;
– La relazione testo-immagine nel libro illustrato;
– La scelta del formato (limiti di stampa e possibilità creative);
– La suddivisione del testo;
– Il numero delle pagine organizzate in quartini;
– Come interpretare un testo in modo non letterale;
– L’orientamento narrativo sinistra-destra;
– Cosa è specifico del modo di scrivere e disegnare le scene in un album (i bambini sono un pubblico digiuno di molti codici narrativi: hanno bisogno, per seguire la storia, di un tipo di narrazione non troppo astratta, concettuale o metaforica).
– Lo stile in funzione del sapore retorico che vogliamo dare al testo (Esempio: se illustriamo la fiaba di Hansel e Gretel con uno stile caricaturale o uno stile naturalista, non avremo lo stesso impatto sul lettore).

Nota: per ragioni di tempo non verranno presi in esame testi o progetti personali.

L’INSEGNANTE
Anna Castagnoli è nata a Versailles (Francia) da genitori italiani. Si è laureata in Filosofia Estetica con una tesi sulla percezione delle immagini. Appassionata di letteratura, storia dell’arte, psicanalisi infantile, a trent’anni ha scoperto nel libro illustrato un universo capace di riassumere tutti i suoi interessi. Nel 2004, dopo aver frequentato alcuni corsi estivi a Sarmede, ha iniziato una fervida attività come illustratrice, scrittrice e critica di libri per ragazzi.
Oggi i suoi libri sono pubblicati in molti paesi. In Italia, è pubblicata da Topipittori, Logos, Bohem Press; i suoi racconti sono stati illustrati da grandi nomi dell’illustrazione contemporanea, come Susanne Janssen, Gabriel Pacheco, Isabelle Arsenault, Carll Cneut, Gaia Stella.
Dal 2008 cura un blog di studi e ricerca sull’illustrazione: LeFiguredeiLibri.com, che diventa presto un punto di riferimento per gli addetti al settore e per molti giovani illustratori. Come critica, collabora con enti, associazioni, riviste internazionali, Università.
Nel 2014 è stata giurata della prestigiosa Mostra degli Illustratori della Fiera del Libro di Bologna, nel 2017 ha pubblicato Il manuale dell’illustratore, una guida completa su come realizzare e pubblicare un album per bambini. Attualmente vive a Barcellona con la sua famiglia.

Non perderti i nuovi corsi!

Iscriviti alla newsletter di SpazioB**K per conoscere meglio i programmi, rimanere aggiornato sul calendario delle proposte di formazione e scoprire anche libri e incontri che non ti aspettavi.