Il tuo carrello è vuoto.

Gran festa dell’estate

Martedì 16 luglio dalle 19
Aprono una libreria e scatenano il contagio
Una festa per il debellamento

Entra da BK e la sua vita non è più la stessa.

“La prima volta che sono entrata da BK bi sono sentita subito bolto bene”, ha dichiarato una delle tante clienti che, dal 7 di dicembre dello scorso anno, hanno iniziato a frequentare la libreria sita in via Porro Lambertenghi. “Mai s’avrei sospettato che creasse dipendensa”. Il dramma pochi giorni dopo l’apertura della libreria: la figlia di Claudia Pistocchi, residente in via Farini 16, interno 4 terzo piano, il nome è fittizio per tutelare la  privacy della famiglia il resto no, appena arrivata a casa dopo una prima visita al negozio, ha manifestato inconvulsi desideri di libri e rari episodi di gioia spruzzata da tutti i pori. Caso stranissimo, direte voi, in questi tempi di crisi finanziaria.
Ma a quanto risulta dai refettori dei medici che hanno visitato la povera pargola, l’inspiegabile reazione è dovuta all’improvviso contatto con storie illustrate che stimolano la mente dei bambini come se fossero sotto l’effetto di sostante psicotrope culturali.
Risa isteriche, pupille gaudenti, improvvisi sprazzi di vitalità: questi alcuni dei sintomi che hanno riscontrato gli specialisti del gol che sono stati consultati. ”Il problema è che le vittime non sono solo i bambini”, ha dichiarato il primario dell’ospedale Pierluigi Fracco, “ma anche gli adulti”.
Licenziamenti, aneliti libertari (e spesso libertini): queste alcune delle patologie più diffuse negli over 40. ”L’unica cura” -ha ribadito il primario- “sarà recarsi proprio alla libreria, il 16 luglio, dalle ore 19, dove saranno somministrate le cure e i vaccini”.

In seguito sarà data una festa per il debellamento.

Dalle 20.00 live music by TRITOLO

Tieniti aggiornato su tutti gli appuntamenti!

Iscriviti alla newsletter di SpazioB**K per non perdere le occasioni di incontro e approfondimento e scoprire anche libri e corsi che non ti aspettavi