Il tuo carrello è vuoto.
In laboratorio

Nuovi spazi di immaginazione

Libri con immagini e società dello spettacolo con Giulia Mirandola

Nuovi spazi di immaginazione

In laboratorio

Libri con immagini e società dello spettacolo con Giulia Mirandola

Quando

Sabato 19 e domenica 20 novembre dalle 10 alle 17 con un’ora di pausa pranzo

Dove

posti liberi: 20

140€

posti liberi: 20

1) Le iscrizioni verranno accettate in ordine di arrivo fino a esaurimento posti.
2) In caso di mancato raggiungimento del numero minimo previsto, la libreria si riserva di annullare il corso. Verrà data immediata comunicazione agli iscritti e verrà restituita la quota versata.
In caso di annullamento del corso da parte della libreria per cause di forza maggiore, anche all’ultimo momento, è previsto il rimborso della sola quota di partecipazione.
3) È possibile disdire la partecipazione e chiedere il rimborso dell’importo versato fino a 14 giorni lavorativi prima dell’inizio del corso, dando comunicazione tramite telefono o mail alla quale la libreria dovrà dare conferma di avvenuta ricezione.

Nuovi spazi di immaginazione

Nuovi spazi di immaginazione
140€ - posti liberi: 20

“Lo spettacolo non vuole giungere a nient’altro che a sé stesso.” Guy Debord

Il fenomeno della moda degli albi illustrati è in pieno svolgimento.
Grazie a ciò si fanno strada nuove domande che indagano la dimensione della lettura visiva.

Sappiamo leggere visivamente meglio o peggio rispetto a quando non esisteva questa moda?
Come pratichiamo questo tipo di lettura oggi?
Con quali motivazioni e strumenti facciamo ricorso alla letteratura visiva e alle dinamiche che si accompagnano a questo settore culturale e produttivo?

Due giornate di formazione per osservare meglio il fenomeno della lettura visiva, a partire da alcune domande chiave per la contemporaneità:
– quali professioni ruotano attorno ai libri con immagini?
– quali professioni ruotano attorno alla lettura visiva praticata con i libri con immagini?
– che posizione hanno o desiderano avere lettrici e lettori?
– a chi interessano oggi i libri con immagini e per quali motivi?
– che relazione c’è oggi tra la lettura visiva e l’intrattenimento?
– possiamo utilizzare la letteratura visiva per praticare qualcosa di diverso dallo spettacolo?
– a quali bisogni può rispondere la lettura visiva?
– dove si colloca l’etica nell’esperienza della lettura di libri con immagini?

Il bisogno di soffermarsi su questi aspetti nasce dalla constatazione che i modi in cui viene mediata e fruita la letteratura visiva rimangono non dichiarati fino in fondo da chi li attua e questo crea i presupposti per una zona trascurata dell’immaginario e dell’azione in ambito culturale, ricca di sfumature delle quali si parla poco e per nulla.

Una delle traiettorie di questo corso è orientata a mettere a fuoco queste regioni del pensiero, per provare a circoscriverle ed esplicitarle dentro un
discorso critico a più voci.

Un’altra delle traiettorie che perseguiamo in questo corso è connessa alla
dimensione del gusto.
Non interessa in queste giornate di studio analizzare i gusti personali dei partecipanti, neppure interessa lavorare su come i gusti si modellano. Interessa invece entrare nella lettura visiva per sentire che gusto ha, è il gusto della lettura visiva ad attirare verso di sé chi sceglie di provarlo.
Ci sarà modo di avanzare in questa direzione compiendo degli esercizi di lettura individuale e di gruppo.

Nella maggior parte dei casi la letteratura visiva tende a ritrovarsi dentro i meccanismi dello spettacolo. Sembra non sappiamo lasciare essere un libro con immagini come è e fare semplicemente il gesto di metterci davanti alle sue caratteristiche con i recettori aperti per ascoltare, vedere cosa hanno da dire, cosa hanno da mostrare.
Per questo motivo, proveremo a fare intensamente pratica di modi leggere libri con immagini, nei quali non viene incentivata la
dimensione dell’esibizione, della promozione, della vendita, del possesso.

Troveremo invece mille motivi per esplorare la dimensione della relazione con i libri con immagini, per suscitare il desiderio di conoscere cosa vedono gli altri, verremo invitati a giocare nuovi ruoli di lettrici e lettori.

Pochi libri, tanti occhi, molti sguardi diversi, nuovi spazi di pensiero critico e di immaginazione.

L’INSEGNANTE
Giulia Mirandola si occupa di educazione visiva, letteratura per l’infanzia, progettazione culturale. Lavora in ambito editoriale dal 2004. Nel 2019 si trasferisce a Berlino. Scrive per le rubriche “Finestra su Berlino” e “Letteratura” del magazine culturale online di Goethe-Institut Italia. Scrive inoltre per le riviste “Quarantotto”, “Hamelin”, “Liber”.
Collabora con Topipittori, Lazy Dog Press, Sartoria Utopia, Marinoni Books, Raum Italic, FarFarFare, Internazionale Kids.
Dal 2022 tiene un laboratorio settimanale di lettura e scrittura dedicato ai libri con immagini, frequentato da bambini dagli otto ai dieci anni, all’interno della Finow-Grundschule und Europaschule di Berlino. Nel 2020 esce in Italia Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la Costituzione (Settenove edizioni) di cui è coautrice. Tiene corsi di formazione per adulti di educazione alla lettura visiva, è curatrice indipendente di progetti culturali che mettono al centro la relazione tra immagini, parole, luoghi e comunità. Collabora con SpazioB**K sull’educazione al visivo da quando è nata la libreria.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Non perderti i nuovi corsi!

Iscriviti alla newsletter di SpazioB**K per conoscere meglio i programmi, rimanere aggiornato sul calendario delle proposte di formazione e scoprire anche libri e incontri che non ti aspettavi.